educazione ambientale bambini

Educazione ambientale e bambini: il laboratorio didattico del Forte Village

Educazione ambientale: come insegnare ai bambini il rispetto della natura?

Sensibilizzare le nuove generazioni e promuovere comportamenti virtuosi sono gli obiettivi dell’educazione ambientale, un aspetto fondamentale nel percorso di formazione dei cittadini del domani.

L’educazione ambientale gioca un ruolo chiave nella crescita di un bambino e insegna ai più piccoli il valore della sostenibilità, il rispetto delle risorse e la possibilità di contribuire alla salvaguardia del nostro pianeta attraverso piccole azioni che possono fare la differenza. 

Inoltre, non va dimenticato che favorire il contatto con la natura ha effetti benefici sulla salute del corpo e della mente: secondo il WWF, infatti, stare in mezzo alla natura ristabilisce l’equilibrio psicofisico messo a dura prova dal confinamento in spazi urbani e ha un’influenza positiva sullo sviluppo cerebrale ed emotivo di bambini e ragazzi. 

La più grande organizzazione mondiale che opera in difesa dell’ambiente pone l’accento sui numerosi fattori che vengono migliorati o sviluppati quando i più piccoli entrano in contatto con la natura: dal benessere fisico e psicologico alla socialità, dalla concentrazione alla creatività, fino alla gestione dello stress e al senso di comunità.

Passare più tempo all’aria aperta fa bene alla salute dei bambini e li aiuta a conoscere meglio il mondo che li circonda, tuttavia non basta trascorrere alcune ore in mezzo alla natura per imparare a rispettare l’ambiente. L’insegnamento deve essere costante e quotidiano per far capire ai bambini che ognuno di noi può dare il proprio contributo nella lotta ai cambiamenti climatici.

Save the Children, una delle più importanti organizzazioni internazionali indipendenti che lavora per promuovere e tutelare i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, suggerisce alcuni validi esercizi per insegnare l’educazione ambientale ai bambini:

  • Spiegare a bambini e bambine l’importanza del riciclo, come differenziare correttamente i rifiuti e coinvolgerli nelle attività legate alla raccolta differenziata;
  • Introdurre il tema dell’impatto ambientale guardando insieme documentari, leggendo articoli che trattano l’argomento e libri che insegnano come ridurre i nostri rifiuti per sprecare il meno possibile;
  • Se si abita in una casa con giardino, terrazzo o balcone coltivare un piccolo orto per scoprire insieme ai piccoli di casa il ciclo di vita delle piante e stimolare curiosità ed empatia verso le specie vegetali e animali. Anche le attività ludico-educative, come quelle proposte dagli orti didattici, offrono a bambini e ragazzi la possibilità di apprendere i principi dell’educazione ambientale e alimentare;
  • Preferire forme di mobilità sostenibile, come la bicicletta, dare il buon esempio, spegnendo le luci ogni volta che usciamo da una stanza o chiudendo l’acqua mentre ci laviamo i denti, regolare insieme ai bambini i termostati e realizzare la pila di Volta sono il modo migliore per insegnare ai più piccoli come evitare sprechi di energia;
  • Preparare ricette a base di cibi vegetali che hanno un minore impatto per la terra e fare passeggiate al parco, dove raccogliere foglie, fiori e semi da studiare una volta tornati a casa per scoprire ogni giorno nuovi affascinanti segreti sul complesso mondo della natura;
  • Usare meno plastica possibile e preferire le borracce riutilizzabili alle tradizionali bottigliette acquistate al supermercato. Quando facciamo la spesa, suggerisce STC, leggiamo ai più bambini le informazioni riportate sulle confezioni e spieghiamo perché è importante scegliere prodotti a basso impatto ambientale.

Orto didattico Forte Village: le attività green per i bambini 

Il Forte Village, pluripremiato resort circondato dallo splendido mare di Sardegna, è la destinazione ideale per vacanze in famiglia. Qui i più piccoli possono divertirsi con i giochi e le attività della meravigliosa area Wonderland, un ambiente sicuro, protetto e affidabile, dove fare nuove amicizie sotto lo sguardo attendo dello staff istruito e certificato da Worldwide Kids, leader mondiale per servizi e strutture dell’infanzia nel settore turistico. 

Al resort c’è spazio anche per l’educazione ambientale: una delle attività proposte dal Forte Village, infatti, è la visita all’orto in compagnia di un giardiniere specializzato che insegnerà ai bambini le caratteristiche delle colture tipiche della Sardegna e le peculiarità di un tipo di vegetazione diversa da quella del loro paese di origine.

Il laboratorio didattico all’interno del Children’s Wonderland, aperto a bambini dai 3 anni in su di tutte le nazionalità, non è solo un momento di socializzazione ma anche di scoperta consapevole della natura, durante il quale vengono spiegate le basi del giardinaggio e i bambini toccano con mano cosa significa prendersi cura delle piante. 

Durante la visita i piccoli ospiti del resort sono supervisionati dallo staff del Forte Village che, oltre a parlare italiano, inglese, francese, tedesco e russo, ha seguito il corso di primo soccorso erogato dalla Società italiana di medicina del Centro Pediatria di Cagliari.

Vuoi far vivere una vacanza indimenticabile ai tuoi bambini in un luogo da sogno? Scopri il Forte Village Resort in Sardegna

You May Also Like

bungalow forte village

Castello Garden: i bungalow a 5 stelle del Forte Village

Viaggiare con neonati: 10 motivi per scegliere la Sardegna

Laboratorio di teatro per bambini: 10 benefici più importanti

Orto per bambini: 10 motivi per farlo in vacanza

Questo sito utilizza Cookies per migliorare l'esperienza. Continuando la navigazione o scorrendo la pagina accetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi