Nazionale Italiana di Calcio al Forte Village: Ritiro Pre Europeo

Nazionale Italiana di Calcio: il primo ritiro-vacanza UEFA EURO 2020 è al Forte Village

Il conto alla rovescia per UEFA EURO 2020, che ha mantenuto nella denominazione l’anno passato anche se andrà in scena con un anno di ritardo a causa della pandemia, è iniziato e la Nazione Italiana di Calcio si prepara alla competizione continentale con il primo raduno-vacanza al Forte Village Resort.

A poche ore dalla fine del campionato,  il CT Roberto Mancini ha convocato il gruppo di 33 calciatori, insieme alle loro famiglie, al Forte Village di Santa Margherita di Pula in provincia di Cagliari per iniziare a preparare la sfida europea che vedrà gli Azzurri debuttare l’11 giugno allo stadio Olimpico di Roma contro la Turchia.

La UEFA European Football Championship, in italiano Campionato europeo di calcio UEFA, è il massimo torneo calcistico per squadre nazionali maschili e la fase finale, a cui è possibile accedere solo attraverso dei gironi di qualificazione, è nota con il nome di UEFA EURO seguito dall’anno di edizione.

Il trofeo assegnato alla squadra vincitrice si chiama Coppa Henri Delaunay in onore del primo segretario generale dell’UEFA (Union of European Football Associations) e promotore della prima edizione della manifestazione del 1960. Forse non tutti sanno che del trofeo esistono due versioni: il primo è stato usato dall’edizione 1960 a quella del 2004 e fu realizzato dall’orafo Chobillon su progetto di Arthus Bertrand, mentre a partire dall’edizione 2008 alla squadra vincitrice viene consegnata una coppa simile alla prima nell’aspetto ma diversa per alcuni dettagli.

Il nuovo trofeo, opera della nota casa orafa Asprey London, è più alto di 18 centimetri e pesa 2 chilogrammi in più rispetto al precedente ma la differenza più evidente è la mancanza della base a forma di parallelepipedo quadrato su cui venivano inseriti i nomi delle nazioni vincitrici. Inoltre, nella nuova versione il nome dei vincitori non viene più inciso sul piedistallo ma sul retro del trofeo e la lingua utilizzata per le incisioni è passata dal francese all’inglese. Infine, la piccola figura con il pallone che campeggiava nella parte posteriore del trofeo è stata rimossa.

SANTA MARGHERITA DI PULA, ITALY – MAY 26: Players of Italy in action during training session at Forte Village Resort on May 26, 2021 in Santa Margherita di Pula, Italy. (Photo by Claudio Villa/Getty Images)

Organizzato dalla UEFA ogni quattro anni, il torneo nelle prime edizioni a cavallo tra gli anni Sessanta e Settanta contava un ristretto numero di partecipanti che aumentarono negli anni successivi a causa di eventi che segnarono la nascita di nuovi stati europei, come la dissoluzione dell’Unione Sovietica e della Cecoslovacchia e la disgregazione politica della Jugoslavia.

Nel corso degli anni l’incremento del numero di nazionali partecipanti alle fasi di qualificazione ha cambiato il numero di quelle ammesse alla fase finale: infatti, tra il 1960 e il 1976 erano solo quattro le squadre partecipanti alla fase finale ma a partire dall’edizione del 1980 e fino al 1992 il numero fu aumentato a otto. Dal 1996 fu introdotta la formula con sedici partecipanti, rimasta in vigore fino al 2012, mentre dal 2016 si è passati a ventiquattro squadre.

Va ricordato che nessuna nazionale ha partecipato a tutte le edizioni del campionato europeo: la Germania è quella che conta più partecipazioni, ben tredici su sedici complessive, e dal 1972 si è sempre qualificata alla fase finale. Inoltre, condivide con la Spagna il numero di vittorie, ovvero tre. La Spagna vanta anche un altro primato: è stata l’unica nazionale a vincere la competizione per due volte consecutive, nel 2008 e nel 2012. Sono invece quattro le squadre che hanno vinto il campionato europeo alla prima partecipazione alla fase finale: l’Unione Sovietica nel 1960, la Spagna nel 1964, l’Italia nel 1968 e la Germania Ovest nel 1972. Ad aggiudicarsi la Coppa Henri Delaunay per due volte è stata la Francia mentre ad alzare al cielo il trofeo una sola volta sono state Unione Sovietica, Italia, Cecoslovacchia, Paesi Bassi, Danimarca, Grecia e Portogallo.

SANTA MARGHERITA DI PULA, ITALY – MAY 25: Players of Italy in action during training session at Forte Village Resort on May 26, 2021 in Santa Margherita di Pula, Italy. (Photo by Claudio Villa/Getty Images)

Nazionale Italiana di Calcio al Forte Village: il raduno in attesa di UEFA EURO 2020

La Nazionale Italiana di Calcio ha scelto il Forte Village Resort per ricaricare le batterie dopo una lunga ed estenuante stagione e prepararsi a UEFA EURO 2020, la prestigiosa competizione continentale che vedrà gli Azzurri sfidare prima la Turchia (11 giugno) e poi Svizzera (16 giugno) e Galles (20 giugno).

Il ritiro pre Europeo prevede una seduta di allenamento al giorno, da lunedì 24 maggio a giovedì 27 maggio, e si concluderà venerdì con l’amichevole Italia-San Marino presso la “Sardegna Arena” di Cagliari.

Ecco quale sarà il programma della Nazionale:

  • Lunedì 24 maggio
    Raduno al Forte Village Resort di Santa Margherita di Pula (CA)
  • Martedì 25 maggio
    Ore 10.30 – Allenamento presso il Forte Village Resort
  • Mercoledì 26 maggio
    Ore 10.30 – Allenamento presso il Forte Village Resort
  • Giovedì 27 maggio
    Ore 10.30 – Allenamento presso il Forte Village Resort
    Ore 12 – Conferenza stampa del Ct presso il Forte Village Resort
  • Venerdì 28 maggio
    Ore 20.45 – Amichevole Italia-San Marino presso la ‘Sardegna Arena’ di Cagliari

La struttura di Santa Margherita di Pula, circondata dallo splendido mare di Sardegna e da 50 ettari di magnifici giardini, accoglierà gli Azzurri e le loro famiglie per un ritiro-vacanza che permetterà ai giocatori della Nazionale di unire lavoro e relax prima del trasferimento a Coverciano, dove inizierà la seconda fase del ritiro in vista della sfida europea.

SANTA MARGHERITA DI PULA, ITALY – MAY 25: Nicolo Barella, Alessandro Bastoni, Giacomo Raspadori and Domenico Berardi of Italy in action during training session at Forte Village Resort on May 25, 2021 in Santa Margherita di Pula, Italy. (Photo by Claudio Villa/Getty Images)

Al Forte Village gli Azzurri potranno proseguire gli allenamenti giornalieri grazie alle infrastrutture sportive d’eccellenza del resort, che comprendono tre campi da calcio in erba e un Performance Centre con attrezzature gym di ultima generazione, e condividere ogni momento libero con le loro famiglie tra bellezze naturalistiche e trattamenti esclusivi come il percorso di talassoterapia dell’Acquaforte Thalasso & Spa.

Non solo relax, privacy e divertimento in famiglia ma anche sicurezza: il resort, infatti, già dalla scorsa stagione applica le procedure sanitarie più avanzate in materia di Covid-19 per permettere agli ospiti di trascorrere un soggiorno in libertà e senza limitazioni. A questo scopo il Forte Village ha elaborato il “Covid Protection Protocol“, un protocollo di sicurezza che per la stagione 2021 è stato ulteriormente rafforzato con l’obiettivo di tutelare la salute degli ospiti senza rinunciare alla possibilità di vivere una vacanza serena e spensierata.

Cerchi il posto giusto per vacanze sicure e spensierate all’insegna del relax e del divertimento? Scopri il Forte Village Resort in Sardegna.

You May Also Like

forte village

Netball: uno sport di squadra simile al basket 

Padel: quali sono i benefici e dove giocare in Sardegna

Coastal Rowing: l’evoluzione del canottaggio tradizionale

Rugby: le origini di uno sport che ha conquistato il mondo

Questo sito utilizza Cookies per migliorare l'esperienza. Continuando la navigazione o scorrendo la pagina accetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi